Mignani: “Sarà una gara difficile. Antenucci in dubbio, ci sono alternative”

Vincere ancora e proseguire il percorso di crescita: questo è l’obiettivo del Bari di Michele Mignani, voglioso di dare continuità al bel successo casalingo ottenuto contro il Monterosi. Dopo due giornate, i galletti hanno collezionato quattro punti, sono al secondo posto con Foggia, Catanzaro, Palermo e Taranto, a due lunghezze di distacco dal Monopoli che guida la classifica a punteggio pieno.

Il prossimo impegno vedrà il Bari far visita al Picerno, squadra che non ha realizzato né subito alcun gol nelle prime due uscite stagionali. “Affronteremo un avversario con entusiasmo – ha dichiarato Mignani nella conferenza stampa pre-partita –, servirà l’atteggiamento giusto per tornare a casa con i tre punti. Per noi sarà una partita difficilissima, non dobbiamo pensare di essere diventati bravi dopo il successo contro il Monterosi. La squadra ha lavorato bene in settimana, la condizione fisica generale sta crescendo. Ho potuto lavorare con la rosa al completo e la qualità degli allenamenti si è innalzata. Antenucci? Valuteremo le sue condizioni nelle prossime ore. Le alternative ci sono, non possiamo rischiare di compromettere un calciatore quando sono trascorse appena tre giornate”.

Tanti calciatori di spessore sono arrivati e si sono uniti ai senatori, ma per Mignani conta altro: “Reputo importante lo spirito di squadra. Il singolo conta relativamente, sul petto il calciatore porta lo stemma di una squadra”.

Il campionato è appena iniziato e, pungolato sulla possibilità di vedere il Bari padrone del campionato, Mignani risponde così: “Non bisogna guardare troppo avanti, non ha senso andare oltre la gara contro il Picerno. Non so quale sarà l’andamento del torneo. La rosa è al completo e vorrei vedere un Bari perfetto. Ancora, però, siamo lontani da quel punto. Voglio che la squadra cresca, abbia una determinata mentalità sia in casa che in trasferta”.

labaricalcio