D. Marfella (Por, 1999)
A. Bellussi (Por, 1998)
R. Maurantonio (Por, 1981)
N. Turi (TD, 1998)
N. Aloisi 
(TD, 1999)
E. Bianchi (DC, 1999)
L. Cacioli (DC, 1982)
V. Di Cesare (DC, 1983)
G. Mattera (DC, 1983)
G. Quagliata (TS, 2000)
C. Nannini (TS, 1999)
A. Feola (M, 1992)
Z. Hamlili  (M, 1991)
F. Bolzoni 
(CC, 1989)
A. Mutti (CC, 2000)
E. Piovanello (CC, 2000)
C. Langella  (CS, 2000)
F. Brienza (Trq, 1979)
L. Liguori (AD, 1998)
P. Iadaresta (PC, 1986)
D. Pozzebon (PC, 1988)
S. Simeri (PC, 1993)
R. Floriano (AS, 1986)
S. Neglia (AS, 1991)

Dispiaciuto per l'esito della gara anche Zaccaria Hamlili, autore della solita prestazione di sostanza anche in posizione più larga sulla destra rispetto al solito: «Mi adeguo alle richieste dell'allenatore, cerco di dare il massimo per aiutare la squadra - dice il centrocampista italo-marocchino. Abbiamo preparato la partita affinché mi allargassi di più in fase difensiva, il mio ruolo è nel centrocampo a due o mezzala. Dispiace perché contro il Picerno non sono arrivati i tre punti per errori arbitrali, e anche oggi c'era un goal che poteva essere regolare. Si può fare sempre meglio».

Sul futuro in biancorosso il numero 8, però, non si sbilancia: «La società farà le sue valutazioni - dice Hamlili. Ora stacchiamo la spina, poi se saremo richiamati continueremo questa avventura. Non ho avuto nessun contatto con la società. La Serie C l'ho sempre fatta negli ultimi anni e mi sono sempre trovato bene. Il voto a questa stagione è molto positivo, siamo partiti in ritardo e vincere non è mai facile».

BariViva.it

Si presenta con la Coppa in sala stampa Bucaro raggiante dopo la vittoria sul Bari. Un Avellino concreto e cinico: “Volevamo chiudere bene in casa l’ultima gara con una cornice di pubblico. Venivamo da uno spareggio dove abbiamo consumato energie mentali e fisiche. Nonostante questo la squadra ha fatto qualcosa di anormale. Il merito è tutto loro”. Dodici vittorie di fila. Con il Bari anticipo di serie C: “È stata una gara equilibrata tra due squadre forti. Il Bari non è stato lucido sotto porta. Il Bari veniva da un mese più tranquillo ma l’abbiamo meritata. Ci sta il calo nei minuti finali, ma in 98’ credo abbiamo meritato il successo”. Conferme in vista con Bucaro: “Non c’è ancora nessun appuntamento con il club. Dopo mercoledì vedremo”. Mercoledì a Picerno per cercare il pass: “Ci sarà un ampio turnover per far ruotare la rosa, ma proveremo ad andare avanti”.

TuttoAvellino.it

Finisce con una sconfitta l'avventura in Serie D del Bari, che dopo aver centrato la promozione diretta saluta la poule scudetto perdendo 1-0 in casa dell'Avellino. Partita strana, ben giocata dai biancorossi che però cedono agli irpini, con tre goal annullati, di cui uno (realizzato da Bolzoni) molto dubbio.

«Non siamo stati fortunati - dice nel post gara il tecnico del Bari Giovanni Cornacchini. Non siamo stati bravi a realizzare almeno una delle tante occasioni create. Abbiamo preso un goal evitabile, ma chi non meritava di perdere eravamo noi. Il calcio è questo, dobbiamo ripartire cercando di capire tantissime cose».

Le ha provate tutte Cornacchini pur di vincerla, ribaltando un risultato che appariva ingiusto. Dal 4-3-3 iniziale si è passati in corso d'opera al 4-2-3-1, al 4-4-2 a specchio per finire con l'ultra offensivo 3-4-3: «Siamo partiti con un'idea tattica, poi quando devi ribaltare la partita devi muovere le pedine - spiega il mister. Abbiamo finito con un 3-4-3 più spregiudicato. Abbiamo provato a ribaltarla, c'è rammarico perché non meritavamo di perderla. Avevamo giocato bene contro il Picerno con il 4-3-3, mi sembrava giusto ripartire da quello. Abbiamo avuto tantissime occasioni contro le poche dell'Avellino. Ci sono stati degli errori, forse per un pizzico di frenesia, ma sono soddisfatto del gioco e della partita. Ci hanno annullato due goal, uno era regolare. In queste due partite sono successe un po' di cose».

Sulla prestazione dei singoli e sull'avventura in questa poule scudetto sfortunata Cornacchini aggiunge: «Turi nasce più da centrale, ha meno spinta. Tutti hanno fatto una buona gara, sono soddisfatto della prestazione. Il risultato non è quello che volevamo, ma bisogna accettarlo. Sono contento di come sono andate le cose, abbiamo vinto un campionato che era difficile. Abbiamo visto l'Avellino, per me non c'è stata partita così come contro il Picerno; in quella occasione abbiamo segnato due goal regolari che ci sono stati annullati. Abbiamo fatto un campionato ottimo, in Serie D il valore è uguale in tutti i gironi. Dispiace per la poule scudetto, ma l'importante era il campionato».

Ora un po' di pausa, poi si penserà a organizzare la stagione in Serie C: «Martedì ci si ritroverà, poi sarà finita l'annata. Sul mercato non faccio richieste», conclude secco Cornacchini.

BariViva.it

Lo Strillone
Avatar utente
Connesso
M'briak
M'briak
 
Messaggi: 5698
Iscritto il: 20/02/2011, 22:17

Finisce al Partenio di Avellino la poule scudetto Serie D del Bari. I biancorossi escono sconfitti 1-0 dagli irpini, che passano al 12' della ripresa con la rete di De Vena. Sono ben tre le reti annullate al Bari per fuorigioco, con l'arbitro Emmanuello che ha strozzato in gola l'urlo di gioia di Langella, Bolzoni e Floriano. Il Bari saluta il torneo post-season, comunque, con una prestazione di livello nonostante la stanchezza di un campionato dominato dall'inizio alla fine. Ora testa alla prossima stagione; c'è una Serie C da giocare da protagonisti.

BariViva.it

"Faremo un Mercato molto importante e investiremo tanto nella costruzione di una Rosa, che ci dovrà consentire di lottare per l'immediato salto in Serie B".
Queste, le testuali parole pronunciate solo poche ore fa dal Presidente Luigi De Laurentiis in persona, durante la Conferenza andata in scena, nell'odierna mattinata, presso la Sala Stampa dello Stadio 'San Nicola'.
Dichiarazioni che fanno legittimamente sognare il popolo biancorosso, in parte ancora incredulo di fronte ai Nomi altisonanti che circolano nell’ambiente e che vengono accostati alla Società Pugliese.
Promesse alle quali seguiranno presto fatti concreti, con la Proprietà decisa ad investire cifre e risorse cospicue nel Mercato oramai alle porte.
Si è parlato di Calciatori di grande rilievo e le indiscrezioni raccolte da TuttoSerieD portano dritte a Ferrara.
Infatti, il ‘colpo ad effetto’ per l'Attacco del prossimo anno, è stato individuato in Mirco Antenucci.
Il trentaseienne Attaccante della Spal, costituirebbe un autentico lusso per la Categoria, garanzia di prestazioni, esperienza e temperamento da top player.
Pur avendo un altro anno di contratto, il suo percorso a Ferrara è concluso, anche in virtù dell'opera di rinnovamento a cui gli Estensi andranno incontro in estate.
Il Bari è deciso a portarlo in Puglia, mettendolo al centro del progetto, il cui prossimo step prevede il ritorno immediato in Serie B.
Antenucci, non assapora l'atmosfera della C da ben undici anni, ma le lusinghe di De Laurentiis, pronto ad offrigli un biennale a cifre stratosferiche per la Categoria, potrebbero fare la differenza.
Silvio Pagliari, Agente del bomber Molisano, è al corrente dell'interesse della Società biancorossa nei confronti del suo assistito e si andrà ad intavolare una trattativa, con lui e con la Dirigenza Emiliana, non appena le tempistiche del Mercato lo consentiranno.
E avendo certificato la volontà del Bari di condurre in porto l’operazione, siamo certi che ciò avverrà e si potrebbe concretizzare a stretto giro di posta.
I Tifosi baresi possono cominciare a sognare. Il Presidente ha promesso di allestire un grande Bari e tra le tante promesse mantenute, c'è da giurarci, si andrà ad elencare anche questa.

TuttoserieD.com

Slider
previous arrow
next arrow
Slider