14/01/22 - De Ascentis: "A Bari è stato come andare in Paradiso. Su Mancini, Ingesson e Masinga.."

In questa sezione troverete in anteprima, tutte le news sul Bari. Una costante attività di ricerca di news h24. Le notizie sul galletto, prima passano da noi!

Moderatore: Moderatori

14/01/22 - De Ascentis: "A Bari è stato come andare in Paradiso. Su Mancini, Ingesson e Masinga.."

Messaggioda Lo Strillone » 14/01/2022, 18:08

Immagine
L'amore è eterno finché dura: una constatazione amara, difficile da buttare giù, che però non cancella tutto ciò che è stato. Tra il calcio e Diego De Ascentis è andata a gonfie vele per 34 stagioni, poi qualcosa si è inceppato e riallacciare il filo del discorso non è stato possibile. L'ex centrocampista è tornato nella sua Menaggio dove tutto è ricominciato tra barche, beach club e appartamenti. Oggi De Ascentis fa la spola tra le rive del Lago di Como e Milano, la città dove all'inizio del Duemila ha realizzato il suo sogno più grande. Gianluca Zambrotta è stato un conterraneo d'avventura, Paolo Maldini l'esempio di ciò che un calciatore dovrebbe essere secondo Diego. Oggi non c'è più il calcio nella sua vita, ma i ricordi sono ancora vivi. Perché, anche se è finito da un po', è stato un viaggio meraviglioso. E un grande privilegio.

Lei è conterraneo di Gianluca Zambrotta: è l'uomo con cui ha condiviso più esperienze?

Decisamente sì. Gianluca è di Como città, io vengo dal Lago, la provincia però è quella. Abbiamo giocato al Como e al Bari per due anni. Poi siamo partiti nella stessa stagione: io verso il Milan, lui alla Juve.

Che cosa le hanno lasciato gli anni a Bari?

Una ex moglie e tre figli. Ancora oggi una parte della mia vita è legata a Bari. È stata un'esperienza importantissima. Avevo vent'anni ed era tutto favoloso: è stato come andare in Paradiso per me. Sono passato all'improvviso dal Como in Serie C al Bari in B. Abbiamo vinto il campionato e abbiamo ottenuto due salvezze in A. Ricordo tre stagioni vincenti in cui tutto ha funzionato, a parte qualche contestazione.

Quel Bari è stato sfortunato: penso alla scomparsa di Francesco Mancini, Klas Ingesson, Phil Masinga...

Purtroppo sì. Era gente di grande spessore umano. Ingesson una persona favolosa, un gigante buono. Eppure di fronte a certe situazioni non c'è niente da fare. Quella squadra ha pagato caro un prezzo non suo. Se ne sono andati via prematuramente in tanti della stessa squadra. Hanno avuto una tragica fine.

Ricorda qualcosa del giovanissimo Antonio Cassano?

Si era allenato con la prima squadra qualche volta. Ricordo che era un ragazzino birbante già all'epoca.

ilposticipo.it
Lo Strillone
Avatar utente
Connesso
M'briak
M'briak
 
Messaggi: 11712
Iscritto il: 20/02/2011, 22:17

Re: 14/01/22 - De Ascentis: "A Bari è stato come andare in Paradiso. Su Mancini, Ingesson e Masinga.."

Messaggioda guerrierobiancorosso » 14/01/2022, 18:10

Un giocatore che ricordo con affetto.
#ForzaBariOraEsEmpre
guerrierobiancorosso
Connesso
M'briak
M'briak
 
Messaggi: 25873
Iscritto il: 12/05/2011, 8:09
Località: cinisello balsamo


Torna a OBnews24 - Tutte le news sul Bari calcio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: casperbiagio, Donda.22, ilpolpoarricciato, kikko, Lo Strillone, Pier01, sv22, Trenino Biancorosso, Volder Galletto e 104 ospiti