Passa alla versione desktop
In questa sezione si parla liberamente di tutto ciò che riguarda il Bari
Rispondi al messaggio

Parliamo di pressione...

10/09/2019, 15:29


È davvero una scusa, un arrampicarsi sugli specchi, o la pressione può condizionare il rendimento di una squadra?

Leggevo che ad Avellino, nonostante una squadra raccattata al mercatino delle pulci, hanno fatto 6 punti e i media locali concordano nel dire che la squadra gioca sciolta e senza pressioni perché l'attenzione e le critiche della piazza sono tutte rivolte verso la società.
Una cosa molto simile a quella accaduta da noi la famosa stagione fallimentare, quando un gruppo di giocatori mediocri riuscì ad inanellare una serie di vittorie proprio perché nessuno gli chiedeva di vincere, ma eravamo tutti focalizzati sul fallimento pilotato e sul trovare una nuova società.

Io credo che non sia solo una scusa, la pressione.
La squadra la sente, eccome.
E al di là degli errori di Cornacchini (che ci sono tutti) quando vedi giocatori esperti sbagliare appoggi elementari o avere paura a fare una giocata, siamo sicuri che la colpa sia solo dell'allenatore?

Io credo che la società dovrebbe lavorare su questo aspetto, ad esempio scaricandola sulle altre squadre, come fanno gli altri con noi, che ci definiscono tutti corazzata, quando sotto sotto credono tutti di poterci battere.
Bisogna lavorare di astuzia, anche cosi si vincono i campionati.

Re: Parliamo di pressione...

10/09/2019, 15:53


Sono d'accordissimo con te. La pressione la sentono eccome, sono uomini, non robot.

Re: Parliamo di pressione...

10/09/2019, 16:28


Scusate di quale pressione parlate?
Abbiamo giocato in casa una sola partita di campionato, con squadra incitata fino alla fine (poi anche fischi).
A Rieti centinaia di tifosi cantanti, nonostante uno scempio per 60 minuti.
Assenza di gioco, di idee, di ritmo, di guocate individuali(al contrario diverse cappellate varie).
La verità è che nonostante il tanto tempo avuto da maggio, solo a fine mercato si sono colmate un po'di lacune a metà campo, lasciando indietro qualcos'altro, che sarà sanato nella prossima sessione.
Se a tutto questo, aggiungiamo errori del tecnico, la colpa non è della piazza, ma dell'inesperta società, in tutte le sue componenti (vedi anche coinvolgimento della tifoseria, con particolare riferimento ai giovani ed alle famiglie).
Tornando alla questione tecnica, è mai possibile giocare cosi bassi, facendoci PRESSARE nella nostra metà campo da Sicula L. e Rieti?
Questa è la vera PRESSIONE che subisce la squadra, quasi incapace di reagire.
E finora di è andata di......lusso.

Re: Parliamo di pressione...

10/09/2019, 16:33


Parlerei di pressione "social" perchè per il resto : vengono incitati in casa e fuori, agli allenamenti è sempre tutto tranquillo. I giornali non alimentano nessuna polemica. Quindi, basta qualche commento sui social o qui sul forum dei tifosi per destabilizzare un calciatore o un presidente? Ma di cosa stiamo parlando? La pressione è ben altra cosa.

Re: Parliamo di pressione...

10/09/2019, 16:43


e90 ha scritto:È davvero una scusa, un arrampicarsi sugli specchi, o la pressione può condizionare il rendimento di una squadra?

Leggevo che ad Avellino, nonostante una squadra raccattata al mercatino delle pulci, hanno fatto 6 punti e i media locali concordano nel dire che la squadra gioca sciolta e senza pressioni perché l'attenzione e le critiche della piazza sono tutte rivolte verso la società.
Una cosa molto simile a quella accaduta da noi la famosa stagione fallimentare, quando un gruppo di giocatori mediocri riuscì ad inanellare una serie di vittorie proprio perché nessuno gli chiedeva di vincere, ma eravamo tutti focalizzati sul fallimento pilotato e sul trovare una nuova società.

Io credo che non sia solo una scusa, la pressione.
La squadra la sente, eccome.
E al di là degli errori di Cornacchini (che ci sono tutti) quando vedi giocatori esperti sbagliare appoggi elementari o avere paura a fare una giocata, siamo sicuri che la colpa sia solo dell'allenatore?

Io credo che la società dovrebbe lavorare su questo aspetto, ad esempio scaricandola sulle altre squadre, come fanno gli altri con noi, che ci definiscono tutti corazzata, quando sotto sotto credono tutti di poterci battere.
Bisogna lavorare di astuzia, anche cosi si vincono i campionati.

Quotone, anche sull'ultima parte già lo stanno facendo, dicono tutti da Scala a Di Cesare di tenere d'occhio anche altre squadre che hanno investito... la pressione Cornacchini la sente anche solo per quell'episodio isolato di settimana scorsa (ma è dall'anno scorso che sente critiche, alcune anche giuste), Di Cesare già dopo Lentini si lamentò e De Laurentiis lunedì quindi non si penso si inventino tutto... ieri Di Gennaro ha fatto un intervento da oscar...
Antonucci, nostro grande storico dice che noi siamo fatti così comunque, amiamo prendere di mira qualcuno e forse è vero... la differenza è che adesso abbiamo una società con le spalle larghissime e che non sente gli umori della piazza...

Re: Parliamo di pressione...

10/09/2019, 16:48


la pressione sta a roma altro che Bari,per me questa teoria non regge e sono d'accordo con Nicola.

Re: Parliamo di pressione...

10/09/2019, 16:59


La pressione sale a noi tifosi ogni partita.
Ormai è diventata una scusante bella e buona, incitamento completo e totale durante le partite, interesse giornaliero dei tifosi verso la squadra...se questa è pressione che cambino mestiere.

Re: Parliamo di pressione...

10/09/2019, 16:59


io conosco la pressione arteriosa ke si misura in mmHG,la pressione degli pneumatici in bar o psi....la pressione del calciatore in cosa la misuriamo? in pagine web?? non so se riderci o piangerci su... :c******i:

Re: Parliamo di pressione...

10/09/2019, 17:39


Ma poi non capisco...se non volevano la pressione potevano fare un mercato onesto di c e dire "abbiamo bisogno di un periodo di adattamento e cresceremo piano piano, quest'anno puntiamo ai playoff" allora ci sarebbe stata poca gente e pressione pari a zero.. Ma se tu fai un mercato scoppiettante e dichiarazioni trionfalistiche necessariamente susciti voglia ed entusiasmo che poi INEVITABILMENTE si trasforma in "" "" pressione""" quando le cose non vanno come speravi. Non capisco perché in ogni altra parte del mondo la gente fischia la squadra quando perde in casa 3-1 contro avversari nettamente inferiori e invece a Bari bisogna applaudire e dire "vabe non fa niente, aspettiamo 10-15 partite". Ma poi di pressione non ce n'è proprio.. Quale sarebbe la pressione? La curva che canta anche sul 3-1 della viterbese? Ma per favore dai

Re: Parliamo di pressione...

10/09/2019, 17:58


la pressiòn a cindòttand.. cit. :lol: conosco solo quella pressione! :lol:
Rispondi ?