11/08/22 - Mignani: "Mancheranno Benedetti e Ceter. Gli attaccanti devono essere dinamici"

In questa sezione troverete in anteprima, tutte le news sul Bari. Una costante attività di ricerca di news h24. Le notizie sul galletto, prima passano da noi!

Moderatore: Moderatori

11/08/22 - Mignani: "Mancheranno Benedetti e Ceter. Gli attaccanti devono essere dinamici"

Messaggioda Lo Strillone » 11/08/2022, 11:44

Immagine
Michele Mignani, allenatore del Bari che si prepara all'esordio in Serie B, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Parma in programma venerdì sera allo stadio Ennio Tardini.

Dopo aver battuto il Verona con una formazione inedita, potrebbero essere cresciuti i dubbi del tecnico in merito alla squadra da schierare contro i ducali: "La risposta più semplice è che per le due partite che ho giocato in Coppa Italia, pur cambiando la formazione la prestazione è stata ugualmente positiva. Ad eccezione di Benedetti (squalificato ndr) ho tutti a disposizione".

A detta di alcuni, la consapevolezza della squadra sembra cresciuta dopo le ultime due uscite: "Abbiamo un mese di lavoro nelle gambe, sotto l'aspetto fisico e tattico. Ci arriviamo preparati, poi le due prestazioni in Coppa Italia ci hanno dato entusiasmo, confermando che il lavoro svolto in questo periodo ha dato i suoi frutti. Domani è una partita diversa, è la prima di campionato. Affrontiamo una squadra organizzata con delle spiccate individualità in tutti i reparti e un allenatore che un curriculum che parla per lui, perché lo scorso anno ha vinto pur non partendo favorito. Le sue squadre fanno un buon possesso, è una partita difficile che vogliamo giocare al massimo".

Il Bari sembra avere delle certezze dal punto di vista caratteriale e nell'approccio alle partite: "Vorrei che l'atteggiamento diventasse una certezza, questo è ciò che un allenatore desidera sempre. Il mio obiettivo è far arrivare la squadra pronta. All'interno di una partita ci sono diverse partite, bisogna essere bravi a reagire, essere cattivi in altre situazioni, far girare gli episodi a tuo favore. Le utime due partite ci hanno detto che la squadra ha giocato bene".

Aspettando l'attaccante, anche le altre soluzioni sembrano offrire garanzie: "Per me non c'era grande differenza. La difesa è a quattro, il centrocampo è a tre, poi gli attaccanti variano il loro modo di stare in campo, il calcio è dinamico. Era una situazione che abbiamo utilizzato a volte anche l'anno scorso, che può darci vantaggi in fase di non possesso. Sono tre attaccanti, devono farsi trovare dove gli avversari concedono spazi"

Sulle condizioni di Ceter e del resto della squadra: "Progredisce. Non credo sia a disposizione per la partita. Abbiamo ancora un allenamento da fare. I centrali che abbiamo a disposizione oltre a Vicari danno ampia affidabilità, valutiamo anche in base all'avversario"

Il tecnico ha risposto anche a proposito dell'emozione per il debutto tra i cadetti nelle vesti di allenatore: "Nel mio percorso da calciatore e da allenatore ho affrontato diversi debutti. Ora li vivo più serenamente, mi auguro sia la prima di una lunga serie alla guida del Bari, in queste categorie. Per me non è la categoria, in questo momento per me l'obiettivo massimo è raggiunto quindi devo chiedere a me stesso di lavorare al meglio".

Una battuta anche su Cheddira, uomo del momento dopo le 5 reti in due partite in Coppa Italia: "È un ragazzo speciale come tanti altri in squadra, è umile, ha tanta fame e si mette sempre a disposizione. Ha fatto un percorso di Serie C, quest'anno è partito forte. Le prestazioni da parte sua ci sono sempre state, si può sbagliare il gesto tecnico, capita a tutti, è l'atteggiamento che deve esserci e il suo è sempre stato positivo, questa è la sua forza. Non so se è cambiato qualcosa, ma quando affronti squadre come il Padova o il Verona, che sono portate a giocare e a concedere, lui negli spazi ampi fa vedere le sue doti. L'anno scorso c'erano tante squadre che si chiudevano e aveva più difficoltà. Mi auguro che lui non cambi e prosegua su questa strada. Perché chiunque voglia crescere deve percorrere questa squadra".

A qualcuno è sembrato che dopo la vittoria di Verona, Mignani cercasse in qualche modo di spegnere l'entusiasmo per il risultato: "Se ci fosse stata la sosta di un mese avrei avuto uno spirito diverso. Dopo la partita di Verona c'era già l'altra da preparare. Se pensassimo di essere bravi dopo aver vinto due partite faremmo un errore clamoroso. A Verona abbiamo meritato di vincere ma il mio pensiero era già alla partita col Parma. In campionato non si può sbagliare partita".

Su eventuali mugugni da parte di chi non ha giocato in Coppa: "Non c'è stato nulla da gestire. I ragazzi accettano le scelte, chi non ha giocato ha festeggiato con lo stesso spirito di chi ha giocato. Voglio che i ragazzi sappiano che l'allenatore è il primo che sbaglia quando fa le scelte, ma le fa in buona fede, considerando le idee, facendo valutazioni. In una rosa di 24, 11 possono giocare, loro sanno che quando ne scelgo 11 sono scelte del momento, non definitive. In funzione dello stato di forma, della partita, scelgo la squadra da schierare".

Su Pecchia e il Parma: "Abbiamo giocato insieme dopo che lui aveva fatto una carriera di un certo livello. Come calciatore ha delle grandi doti. È una persona per bene, e le sue caratteristiche le ha portate anche nella carriera da allenatore. Ha fatto esperienza da secondo, col Verona, la Cremonese, col Parma ha mostrato un calcio organizzato. Schiererà la squadra con saggezza e non penso cambierà perché nelle ultime uscite hanno trovato certezze. Il Parma ha varietà di gioco. Spero che la mia squadra faccia bene come nelle ultime due uscite. Hanno giocato contro compagini di Serie A durante la preparazione".

Infine, sul campionato che sta per iniziare e sul ruolo che potrà recitare il Bari: "Sarà un campionato diverso dallo scorso, non partiamo favoriti come l'anno scorso, tante squadre Parma incluso hanno grandi ambizioni. Rispetto allo scorso anno ci saranno più spazi, troveremo squadre che vorranno imporre il proprio gioco e il proprio ritmo alla partita. Dovremo avere lo stesso atteggiamento anche noi".

Baritoday.it
Lo Strillone
Avatar utente
Non connesso
M'briak
M'briak
 
Messaggi: 13721
Iscritto il: 20/02/2011, 22:17

Re: 11/08/22 - Mignani: "Mancheranno Benedetti e Ceter. Gli attaccanti devono essere dinamici"

Messaggioda guerrierobiancorosso » 11/08/2022, 11:44

Benedetti squalificato
#ForzaBariOraEsEmpre
guerrierobiancorosso
Non connesso
M'briak
M'briak
 
Messaggi: 28479
Iscritto il: 12/05/2011, 8:09
Località: cinisello balsamo

Re: 11/08/22 - Mignani: "Mancheranno Benedetti e Ceter. Gli attaccanti devono essere dinamici"

Messaggioda Volder Galletto » 11/08/2022, 13:20

Dispiace perché Benedetti è stato tra i più positivi al Bentegodi.
"Un giorno all'improvviso"...il mio:
31/03/1996 - BARI - Roma 1-2 (2' Parente; 51' Totti; 64' Statuto)

Il Bari ha solo un‘identità: ASSOCIAZIONE SPORTIVA BARI E GALLETTO POUCHAIN
Volder Galletto
Avatar utente
Non connesso
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 38982
Iscritto il: 12/07/2010, 16:59
Località: Bari / Ville de Luxembourg


Torna a OBnews24 - Tutte le news sul Bari calcio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Giovanniforzabari1908, Google Adsense [Bot] e 21 ospiti