Pellegrini (#12)
Brenno (#22)
Farroni
Matino (#5)
Di Cesare (#6)
Zuzek (#21)
Vicari (#23)
Pucino (#25)
Ricci (#31)
Celiento (#33)
Dorval (#93)
Frabotta (#99)
Maita (#4)
Benali (#8)
Bellomo 
(#10)
Maiello (#17)
Faggi (#19)
Edjouma (#24)
Koutsoupias (#26)
Lops (#29)
Acampora
Astrologo
Menez (#7)
Nasti (#9)
Diaw (#18)
Sibilli (#20)
Chukwu Hemsley (#28)
Scheidler (#44)
Ahmetaj (#74)
Morachioli (#77)
Achik
Aramu

Si presenta Valerio Di Cesare ai microfoni dopo il pareggio interno con la Ternana. “Un’emozione grandissima, ma sarò uno dei pochi a celebrare la mia ultima partita con una finale playout – ha spiegato il capitano -. Serve fare la partita della vita a Terni, bisogna ripartire dalla ripresa. Avremmo potuto fare il 2-0″.

Sui prossimi giorni, Di Cesare è chiaro: “Sarà una battaglia, a noi interessa solo vincere. Da sabato servirà spirito di belve per poter fare la guerra a Terni”

Labaricalcio

“Non molliamo e ci crediamo fino alla fine. Il pari non cambia nulla, anche in caso di successo sarebbe stata una battaglia a Terni”.

Così il direttore sportivo del Bari, Ciro Polito, in sala stampa dopo la partita. “Faremo di tutto per salvarci. Il risultato cambia poco. Chi è subentrato non ha dato lo stesso contributo di chi era già in campo”.

Poi un bilancio dell’annata: “Abbiamo avuto problemi di varia natura durante quest’annata. Tutti dobbiamo fare mea culpa, io in primis. I ragazzi hanno difficoltà ma ce la metteranno tutta. Non ha senso trarre conclusioni adesso”.

labaricalcio

Ciro Polito, direttore sportivo del Bari, ha commentato a Sky il pareggio contro la Ternana: "Sappiamo che bisogna andare a vincere a Terni, la squadra stasera ha lottato, loro hanno creato di più nel primo tempo e trovato il gol con un tiro fortuito. Ce la giochiamo la prossima settimana, dobbiamo dare tutto quello che abbiamo per portare a casa una salvezza che la città merita"

Stadio pieno per questa sfida: "E' un anno che soffriamo tutti, oggi ho visto 32mila spettatori, questo dimostra l'affetto della città per questi colori, posso garantire che ce la metteremo tutti"

Ultima di Di Cesare al San Nicola e autogol: "Quella porta è stata la sconfitta con il Cagliari, ci ha segnato. Il nostro capitano è unico e sarà protagonista al ritorno. Questa città non merita di andare in Serie C".

Ternananews

Finisce 1-1 la finale playout di andata al San Nicola. Questo il commento di Roberto Breda al microfono di AM Terni TV: "Quest'anno abbiamo subito tante ingiustizie. Gran primo tempo, non abbiamo mollato e siamo rimasti equilibrati. Abbiamo rischiato poco e niente, il gol è arrivato in un momento non importante per noi. Bene così, partita di grande personalità da parte di un gruppo giovane di fronte ad uno stadio pieno"

Mettendo Raimondo con Pereiro e Distefano hai dato un messaggio importante: "Fa parte del nostro DNA. Il calcio è così, dobbiamo spingere e provarci senza rammarico. Quest'anno dobbiamo sudare il triplo per ogni situazione, meritavamo di più nel primo tempo"

La Ternana ha giocato per vincere: "Abbiamo la capacità di fare entrambe le cose, ma questo ci piace di più. Avendo loro dei grandi palleggiatori, l'idea era quello di non farli ragionare. L'errore del secondo tempo è stato abbassarci e concedere loro qualche metro. Bene però l'interpretazione dei ragazzi, non dobbiamo mai pensare che sia finita perché hanno giocatori di esperienza. Abbiamo preso gol in 10, ma in tante situazioni possiamo fare ancora meglio"

Grande personalità dei giovani nel giocare in uno stadio così importante: "Si, ma giovedì sarà un'altra partita. Ora siamo 50 e 50. Non giochiamo per pareggiare, ci abbiamo provato con l'Ascoli e siamo andati in difficoltà. Dobbiamo vincere, con rispetto ma provarci. Dobbiamo resettare, prendere le certezze di oggi e ripartire da zero perché ancora è tutto in gioco. Di fronte abbiamo giocatori di grande esperienza e personalità"

Ternananews.it

Giro di campo e lacrime sul volto per Valerio Di Cesare al termine dell’andata dei playout tra il Bari e la Ternana.

Scene commoventi al San Nicola per l’ultima del capitano biancorosso di fronte alla propria gente: cori e applausi scroscianti provenienti dagli spalti, nonostante l’amarezza per il risultato finale.

Labaricalcio

Finisce con un pareggio la gara d'andata dei playout di serie B. Un risultato che sorride alla Ternana che, con un pareggio al 'Liberati', potrebbe garantirsi la salvezza. La formazione biancorossa ha regalato "tatticamente" il primo tempo alla Ternana schierandosi con un improbabile 4-2-3-1 che ha portato sistematicamente in sofferenza il centrocampo e le corsie laterali dove la squadra di Breda ha avuto la superiorità numerica. Meglio nella ripresa con un più equilibrato 4-3-3 e Maita a rinforzare la mediana dei galletti. La formazione di Giampaolo avrebbe potuto anche raddoppiare, invece una sfortunata autorete di capitan Di Cesare condanna il Bari. Tutto rinviato alla gara di ritorno al 'Liberati' con la Ternana che avrà due risultati su tre per portare a casa la salvezza.

SCELTE INIZIALI: Per la decisiva sfida alla Ternana, il tecnico del Bari Federico Giampaolo, recupera Brenno e Morachioli. Indisponibili Edjouma, Diaw, Koutsoupias e Guiebre. L'allenatore abruzzese schiera i suoi con il modulo 4-2-3-1: confermata la linea difensiva e di centrocampo. In attacco Sibilli e Bellomo supportano l'unica punta Nasti.

Nella Ternana, il tecnico Breda...SEGUI IL LINK PER LEGGERE LA SECONDA PARTE DELL'ARTICOLO:

https://www.borderline24.com/2024/05/16 ... an-nicola/

Nicola Lucarelli
Borderline24.com

Slider