M. Maita, CC (Catanzaro, definitivo)
K. Laribi, CC (Verona, prestito)
M. Ciofani, TD (Pescara, definitivo)
P. Pinto, DC (Fiorentina, prestito)
R. Costantino, P (Triestina, prestito)

R. Floriano, AS (svincolato)
T. Kupisz, AD (Trapani, prestito)
T. Awua, CC (Livorno, prestito)
F. Ferrari, P (Livorno, prestito)
G. Esposito, DC (Fermana, prestito)
S. Neglia, AD (Fermana, prestito)
B. CascioneTD (svincolato)


Il Bari si fionda su Micai e propone Frattali

A distanza di due anni Alessandro Micai potrebbe tornare a vestire la maglia del Bari.

Stando quanto riportato da Le Cronache di Salerno, la società biancorossa avrebbe avviato i primi contatti con la Salernitana, offrendo come contropartita l'attuale numero uno dei galletti, Pierluigi Frattali.

Fonte:Le Cronache di Salerno

Potrebbe cambiare qualcosa nell’area tecnica del Bari. Dopo una stagione che non si è conclusa con la promozione, i vertici biancorossi starebbero pensando ad un cambio nel ruolo di direttore sportivo.

Tra i papabili sostituti di Matteo Scala, ci sarebbe l’ex Ds di Spezia, Carpi e Chievo, Giancarlo Romairone. Contattato dalla nostra redazione, Romairone ha così commentato: “C’è un rapporto di stima con i vertici biancorossi e ci sentiamo spesso ma al momento non abbiamo approfondito”

Nicola Lucarelli

Radio Biancorossa

Giorni di riflessione in casa Bari. Dopo il ko nella finale playoff contro la Reggiana, la società biancorossa si prepara al campionato di serie C 2020/21 e non sono da escludere novità in organigramma. La posizione di mister Vincenzo Vivarini, legato da un altro anno di contratto e confermato almeno a voce nel recente passato ai microfoni di Gianlucadimarzio.com dal presidente Luigi De Laurentiis, è in corso di valutazione in questi giorni, ma il discorso vale anche per la poltrona di direttore sportivo.

Il ruolo è stato ricoperto nella stagione terminata il 22 luglio da Matteo Scala, formalmente club manager biancorosso ma dotato di patentino da ds, ma la proprietà del Bari studia anche soluzioni alternative. Una di queste porta a Giancarlo Romairone, ex direttore sportivo tra le altre di Spezia, Carpi e Chievo con il quale ci sarebbero già stati i primi contatti.

Un altro nome che la dirigenza segue è quello di Pietro Accardi, oggi ds dell'Empoli. In caso di arrivo di una nuova figura a capo dell'area tecnica Scala - che domenica sera a Bologna aveva incontrato Vivarini per conto della società e per valutarne le richieste in sede di mercato - potrebbe essere spostato nell'organigramma del Napoli, con un ruolo nel team organizzativo. Valutazioni in corso, che potrebbero diventare più concrete dopo l'incontro in calendario a metà settimana a Capri alla presenza della proprietà De Laurentiis.

Di Marzio.com

Il futuro di Karim Laribi è sempre più lontano dal Bari. Il fantasista classe '91, secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, non rientra infatti nei piani del club pugliese per il prossimo anno e per questo non sarà riscattato dall'Hellas Verona, proprietario del cartellino del giocatore. Una notizia che era nell'aria dopo la mancata promozione e che col passare del tempo trova sempre più conferme.

Michele Criscitiello
Tmw

BARI - «Il legame straordinario con la città e la tifoseria non è in discussione. E’ un sentimento fortissimo. Ma al momento non c'è stata alcuna interlocuzione con la società, nessun contatto": Igor Protti, ex bomber del Bari, ora dirigente sportivo, conferma la passione per i colori biancorossi ma spegne gli entusiasmi che erano nati davanti all’ipotesi di un suo sbarco nel club di Luigi De Laurentiis (con un incarico nell’organigramma). «Come da 24 anni a questa parte, conservo rapporti splendidi con i tifosi, mentre non ho contatti né li ho avuti con le dirigenze che si sono alternate alla guida della società», chiarisce l’ex capocannoniere del Bari. Protti ha sofferto in tv guardando la sconfitta del Bari contro la Reggiana nella finale play off: «Questo tipo di sfide sono 'partite-bestiaccià. Ti giochi tutto in 90' e non puoi permetterti di sbagliare nulla. L’undici di Vivarini è partito contratto, la Reggiana invece ha dato subito ritmi importanti ed è venuto fuori questo risultato che non tanti si aspettavano». "Il Bari - prosegue Protti - ha fatto fatica, ma il gol di Antenucci è stato annullato con una situazione che risulta penalizzata dalle attuali regole». «La troppa pressione per vincere a tutti costi ha giocato un ruolo importante nell’esito finale», conclude l’ex attaccante.

Gazzetta del Mezzogiorno

Slider