C. Andreoni, TD (Ascoli, definitivo) 
A. Minelli, DC (Juventus U23, prestito)
C. De Risio, CC (Catanzaro, definitivo)
D. Celiento, DC (Catanzaro, definitivo)
M. Marras, AD (svincolato, definitivo)
L. Candellone, P (Napoli, prestito)
T. D'Orazio, TS (svincolato, definitivo)
 
D. Semenzato, TD (Pordenone, definitivo)
L. Lollo, CC (Venezia, definitivo)
A. Montalto, P (Cremonese, definitivo)
N. Citro, P (Frosinone, definitivo)
  F. Bolzoni, CC (Lecco, prestito)
C. Nannini, TS (Lecco, prestito)
T. Kupisz, AD (Salernitana prestito)
M. Folorunsho, CC (Reggina, prestito)
F. Costa, TS (Entella, prestito)
A. Schiavone, CC (Salernitana, prestito)
F. Berra, TD (Pordenone, prestito)
M. Scavone, CC (Pordenone, prestito)
S. Neglia, AD (Fermana, prestito)

 

 
 

SSC Bari rende noto che il calciatore Alessandro Minelli, nel corso della visita di idoneità necessaria per la ripresa dell’attività sportiva agonistica a seguito di infezione da Covid-19, ha presentato alcune lievi alterazioni del tracciato elettrocardiografico per cui necessità di un periodo di sospensione dell’attività agonistica di 1 mese a cui farà seguito una nuova valutazione clinica.

SSc Bari

“Abbiamo preparato una partita diversa rispetto a quella che abbiamo fatto nel primo tempo. Di solito metto una sola punta di posizione perché sapevo quali potevano essere le lacune e dove potevamo mandare in difficoltà i difensori del Bari. Abbiamo fatto poco perché abbiamo valutato tempi e spazi per attaccare in maniera errata. Questo è l’unico rammarico di una partita che avrei voluto giocarmi con le armi che avevo preparato. Se non esci con un palleggio veloce da dietro con una squadra come il Bari vai in difficoltà. Abbiamo avuto anche noi delle occasioni per mettere in difficoltà i biancorossi. Nel secondo tempo coi cambi volevo cercare di ripristinare le cose che avevo preparato in settimana. I ragazzi continuano il loro percorso di crescita, la nostra identità passa da questi test. Cercheremo di migliorarci. Obiettivi di squadra? Gli obiettivi sono migliorare costantemente. La squadra ha iniziato con un allenatore nuovo, il mio obiettivo quotidiano è migliorare questa squadra sia fuori che dentro il campo. Ci sono ancora dei margini di miglioramento. Quando si prende goal c’è sempre un errore, è normale che quando si concedono situazioni del genere ad Antenucci, lui non perdona. I miei difensori oggi sono stati bravi, non era semplice giocare contro il Bari”

Catanzarosport24.it

Nel post-gara di Bari-Catanzaro, ha parlato il match winner Mirko Antenucci: "Noi tutti sappiamo che venire a Bari significa prendersi una responsabilità. Quest'anno stiamo facendo bene, c'è una squadra che sta facendo meglio di noi, ma dobbiamo continuare su questa strada. Io mi adatto a ogni allenatore e ogni sistema di gioco. Mi piace attaccare la profondità, ma vengo volentieri anche a giocare più basso. Io qui sto bene, amo tantissimo il mio lavoro, e tutto ciò che faccio lo faccio per la mia famiglia, per questo sport e questo progetto. Sento tanto parlare, c'è sempre un tirare addosso delle colpe verso qualcuno e verso qualcosa. Si vince e si perde tutti. Società, staff, giocatori. Quando vedo e sento alcune cose ci rimango male perché so il rispetto che ho e abbiamo per questa squadra. Sentire certe cose ogni volta che c'è una sconfitta non fa mai piacere. Anch'io vorrei vincerle tutte e fare 50 gol ma non è così semplice. Bisogna continuare a lavorare ma serve anche equilibrio, che qui a volte non vedo. Quando le cose non vanno bene sento di tutto. Ex giocatori, ex direttori, tutti parlano del Bari, e non in maniera propositiva".

Tuttocampo

Gaetanto Auteri è intervenuto in zona mista al termine di Bari-Catanzaro, gara vinta 1-0 dai suoi con un gol di Antenucci nella ripresa: “Abbiamo fatto una buona gara, siamo stati continui in ciò che dobbiamo fare in campo. La gara non era facile, l’avversario era forte ma abbiamo aggredito bene provando a stanarlo. Abbiamo sciupato qualcosa ma abbiamo meritato. Forse 1-0 è poco ma contavano i tre punti. A volte si concretizza subito, altre no. L’importante è giocare da squadra. Stiamo dando seguito a quanto fatto domenica scorsa. Oggi abbiamo giocato con grande coralità. Provavano ad allungarci con due giocatori veloci come Di Piazza e Di Massimo ma siamo stati bravi a non concedere quasi nulla”.

Sulla prestazione del centrocampo: “Maita e De Risio? Possono fare di più, abbiamo anche Lollo, Hamlili, Bianco, sono più indietro ma potranno dare il loro contributo. Non mi piace parlare dei singoli. Siamo stati bravi ad aggredire e non concedere. Marras? Qualche problema al tendine del ginocchio, valuteremo, ma non credo sia una cosa grave, più un fastidio”.

labaricalcio

Sofferta ma meritata. Il Bari trova la vittoria nello scontro di alta classifica 1-0 contro il Catanzaro e si rimette in scia alla Ternana. Al San Nicola decide al 12' della ripresa la rete di Antenucci, che la risolve cin un tiro a giro che non lascia scampo al portiere calabrese Branduani. Prima e dopo il goal un buon Bari, in crescita rispetto alle ultime uscite e che legittima la vittoria con un paio di tiri da fuori nel primo tempo da parte di Maita e De Risio, poi con un bolide poco prima del goal sempre di Maita (migliore in campo per distacco) che si stampa sulla traversa dopo la deviazione di Riccardi. Nel finale ancora Maita va vicino alla rete con un tiro da fuori, poi Branduani salva tutto su Antenucci. In conclusione Sabbione è bravo a chiudere sulla sponda aerea di Evacuo, poco prima che il Catanzaro - nel recupero - rimanga in 10 per il doppio giallo a Contessa.

Bari che con questi tre punti sale a 26, mettendosi alle spalle il Teramo (a 24) e riportandosi a -7 dalla Ternana, vittoriosa ieri nel finale per 2-3 sulla Vibonese.

Riccardo Resta
BariViva.it

Slider