D'Errico, CC (Monza, definitivo)
Cheddira, P (Parma, prestito)
Belli, TD (Pisa, definitivo)
Mazzotta, TS (Crotone, definitivo)
Botta, Trq (Sambenedettese, definitivo)
Polverino, Por (S.Maria Cilento, definitivo)
Terranova, DC (Cremonese, prestito)
Mallamo, CC (Atalanta, prestito)
Ricci, TS (Parma, definitivo)
Paponi, P (Padova, definitivo)
Gigliotti, DC (svincolato, definitivo)
Pucino, TD (svincolato, definitivo)
Di Gennaro, CC (svincolato, definitivo)
  D'Orazio, TS (Ascoli, definitivo)
Ciofani, TD (Modena, definitivo)
Neglia, AS (Reggiana, definitivo)
Berra, TD (Pisa, definitivo)
Liso, Por (Gravina, prestito)
Stasi, CD (Picerno, prestito)
Corsinelli, CD (Lucchese, definitivo)
Nannini, TS (Lucchese, definitivo)
Hamlili, CC (Monopoli, definitivo)
Mercurio, Trq (Napoli, prestito)
Sabbione, DC (Pordenone, definitivo)
Terrani, AS (Padova, definitivo)
Perrotta, DC (Palermo, prestito)
 
 

Nuove luci a led e la sostituzione di entrambi i tabelloni: la Giunta comunale di Bari ha approvato il progetto esecutivo di un'ulteriore 'pezzo' dei lavori di riqualificazione dello stadio San Nicola, dove in questi giorni si stanno effettuando già le sostituzioni dei seggiolini sugli spalti e il rifacimento del terreno di gioco.

Gli interventi, del valore di 1,5 milioni di euro, cominceranno nelle prossime settimane e sono stati finanziati dal bando ICS 2021 “Sport Missione Comune” e consentiranno un adeguato sistema di illuminazione agli sportivi e agli spettatori e per le riprese televisive. Saranno utilizzati proiettori a tecnologia led in grado di assicurare i livelli illuminotecnici necessari allo svolgimento di tutte le attività sportive agonistiche. Previsto anche un sistema di controllo delle luci mediante un software dalle funzionalità innovative che consentirà di gestire l’illuminazione in maniera efficiente in qualsiasi area della struttura e di creare diverse atmosfere mediante la gestione degli scenari di luce. Saranno, inoltre, sostituiti i due tabelloni elettronici nelle due curve con nuovi impianti di ultima generazione collegati e coordinati al sistema di controllo delle luci.

“Con questo provvedimento completiamo la riqualificazione impiantistica dell’impianto sportivo che necessitava di diversi interventi di ammodernamento, adeguamento e manutenzione straordinaria - commenta l'assessore cittadino ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso -. Ovviamente utilizzeremo un’illuminazione a led, come stiamo facendo da tempo in tutta la città, anche perché consente di ottenere diversi tipi di vantaggi: un risparmio economico rilevante sugli interventi di manutenzione, una sensibile riduzione dei consumi fino all’80% e un miglioramento oggettivo della qualità della luce e del confort illuminotecnico. Inoltre, utilizzando i ribassi d’asta, potremo sostituire entrambi i tabelloni, diversamente dall’ipotesi iniziale che ne prevedeva solo uno, e acquistare un software per una gestione integrata delle luci e dei led wall.Stiamo anche lavorando per dotare l’impianto di un sistema di luci colorate rgb in grado di realizzare effetti scenici colorati in linea con quanto già fatto per altre opere pubbliche o monumenti importanti della città, quali il ponte Adriatico e la fontana di piazza Moro”.

“Questi ulteriori interventi si aggiungono ai tanti programmati e realizzati in questi ultimi anni, dalla sostituzione dei seggiolini ai lavori di ristrutturazione di diverse componenti strutturali ormai obsolete - dichiara l’assessore comunale allo Sport Pietro Petruzzelli -. Una programmazione puntuale che ci consentirà di rendere lo stadio San Nicola omologabile al campionato di serie B e non solo. Siamo molto soddisfatti per aver reso decisamente più moderno e funzionale il nostro stadio, che resta l’impianto sportivo più importante della città”.

Baritoday.it

Nel valzer dei direttori sportivi che in queste settimane sta coinvolgendo diverse società di Serie A e B, non poteva certo mancare Ciro Polito, grande protagonista della cavalcata trionfale che ha portato il Bari alla promozione.

Polito, amatissimo dalla piazza biancorossa che gli ha riconosciuto lo splendido lavoro svolto nonché quella intransigenza e caparbietà che negli ultimi anni erano un po’ mancate a Bari, con il successo di quest’anno ha centrato la seconda promozione in tre anni dopo quella del 2019 con la Juve Stabia insieme a Fabio Caserta.

Numeri importanti, sommati alla splendida salvezza dell’anno scorso ad Ascoli, che lo fanno uno dei direttori sportivi più apprezzati nell’intero panorama nazionale di Serie B, con qualche sondaggio anche dalla massima serie.

Polito, che ha un contratto fino al 2023, non vorrebbe affatto lasciare Bari, dove è amato e acclamato, e neanche la proprietà ha la minima intenzione di perderlo. Grandissima la stima da parte della famiglia De Laurentiis, con cui è da settimane in piedi il discorso per il prolungamento del contratto.

Ma Polito è molto ambito e nell’ambito del valzer dei direttori sportivi può avere un ruolo di primissimo piano.

Gianluca Di Marzio

"Si può partire bene e finire in zona retrocessione senza accorgersene. Quest'anno c'erano squadre che hanno speso il doppio e il triplo rispetto a chi è stato promosso in Serie A. Eviterei di fasciarmi la testa, direi ai tifosi di stare tranquilli: il Bari non ha alcuna intenzione di retrocedere". Lo ha detto Luigi De Laurentiis, intervistato ai microfoni de "L'Edicola del Sud". Fra i temi trattati dal presidente del Bari neopromosso in Serie B anche le ambizioni del club pugliese in vista della prossima stagione. Ma non solo... "Il tifoso deve pensare che già riuscire ad affrontare una B da protagonisti, quindi mantenendo la categoria, sarebbe un traguardo. Affrontare un primo anno di B non è facile per nessuno. Quello che si deve augurare il tifoso è che questa prima stagione venga costruita in modo che il Bari riesca a restare in B, poi le sorprese non mancano", le sue parole.

MULTIPROPRIETA' -"Mi auguro che questa questione si possa risolvere, è indifferente chi lo faccia. Mi auguro che si comprenda cosa rappresenti aver cambiato una norma dopo averci permesso di prendere il titolo sportivo, iscriverci per il quarto campionato consecutivo ed immettere tanti milioni. Se questo influenzerà il mercato? Queste cose fanno comodo a chi vuole mischiare le carte, trovare problematiche. Noi andremo dritto per dritto verso la giusta tipologia di investimento. L'unico scenario è la vendita del Bari? Chi può dirlo, questo dipende anche da cosa avverrà nei prossimi anni. Dipende dai ricorsi, dai risultati, dalle offerte che possono arrivare. Beati loro, fra tifosi e giornalisti, che sanno già tutto. Molino-Casillo? Si cerca un altro significato a questa partnership, sono reazioni che non apprezzo moltissimo", ha concluso De Laurentiis.

mediagol.it/

Raggiunto il tanto ambito obiettivo del ritorno in Serie B, il Bari è ora al lavoro per cercare di allestire una rosa di spessore che possa recitare un ruolo da protagonista anche in cadetteria. La priorità del direttore sportivo biancorosso, Ciro Polito, sarebbe quella di rinforzare il reparto avanzato a disposizione di Michele Mignani. 

Come riporta il Corriere dello sport, l’obiettivo della dirigenza pugliese sarebbe quella di individuare un profilo esperto, abile sia fisicamente che tecnicamente, in grado di affiancare un totem come Mirko Antenucci. In tal senso, il sogno sarebbe Alfredo Donnarumma, reduce da una stagione double-face alla Ternana ma chiusa comunque con 14 reti all’attivo e vero e proprio usato sicuro per la categoria.

Altra pista da tenere in considerazione sarebbe quella che porterebbe a un profilo, invece, più giovane che sia propenso a crescere e imparare dai più esperti. Per questo, l’identikit perfetto sarebbe quello di Nicolò Cambiaghi, attaccante esterno di proprietà dell’Atalanta ma reduce da una brillante stagione a livello personale col Pordenone. Da capire, in tal senso, quali saranno i piani della Dea col ragazzo, sul quale il sodalizio bergamasco potrebbe anche decidere di puntare per rinnovare obiettivi e ambizioni dopo un’annata con più ombre che luci.

Pianetaserieb.it

Col contratto in scadenza, Nicola Citro potrebbe aver salutato il Bari con la doppietta di ieri al Modena nel 3-3 del secondo turno di super coppa di C: “Sono in scadenza di contratto – commenta l’attaccante – e anche se so che è difficile, spero di rimanere ancora a Bari”.

Una dichiarazione di amore per l’esperto giocatore salernitano che si è fatto sempre trovare pronto nel corso di una stagione condizionata dall’infortunio: “Sono felice anche se ho giocato poco in un anno travagliato. Sono felicissimo dei due gol al Modena, peccato non aver vinto però la prestazione c è stata. Di quest’anno mi porto soprattutto quello che sono stato nel contesto di una rosa ampia e importante. Mi sono sempre fatto trovare pronto, accettando qualsiasi ruolo e posizione. Credo che il mio gol al Francavilla sia stato la svolta della stagione. Anche se meno dei miei compagni, sono felice di aver fornito il mio contributo per la risalita del Bari in serie B”.

Barilive.it

Slider