D'Errico, CC (Monza, definitivo)
Cheddira, P (Parma, prestito)
Belli, TD (Pisa, definitivo)
Mazzotta, TS (Crotone, definitivo)
Botta, Trq (Sambenedettese, definitivo)
Polverino, Por (S.Maria Cilento, definitivo)
Terranova, DC (Cremonese, prestito)
Mallamo, CC (Atalanta, prestito)
Ricci, TS (Parma, definitivo)
Paponi, P (Padova, definitivo)
Gigliotti, DC (svincolato, definitivo)
Pucino, TD (svincolato, definitivo)
Di Gennaro, CC (svincolato, definitivo)
  D'Orazio, TS (Ascoli, definitivo)
Ciofani, TD (Modena, definitivo)
Neglia, AS (Reggiana, definitivo)
Berra, TD (Pisa, definitivo)
Liso, Por (Gravina, prestito)
Stasi, CD (Picerno, prestito)
Corsinelli, CD (Lucchese, definitivo)
Nannini, TS (Lucchese, definitivo)
Hamlili, CC (Monopoli, definitivo)
Mercurio, Trq (Napoli, prestito)
Sabbione, DC (Pordenone, definitivo)
Terrani, AS (Padova, definitivo)
Perrotta, DC (Palermo, prestito)
 
 

Fonte: Luca Esposito

Simone Simeri, punta classe 1993 con all'attivo 15 presenze e 4 gol tra coppa e campionato con la maglia del Bari, è da tempo sulla lista di sbarco dei biancorossi: per questo - secondo quanto raccolto da TuttoC.com - l'Avellino ha puntato insistentemente i suoi riflettori sull'ex Ascoli.

TuttoC.com

Salta sul più bello la trattativa per il ritorno di Petriccione al San Nicola: è fatta con la Spal”. Il Corriere dello Sport svela un retroscena sul mercato del Bari, che sarebbe potuto partire con il ritorno del centrocampista, già in Puglia nella stagione 2017-18 in serie B.

“La ciliegina di mercato è rinviata a fine gennaioscrive il quotidiano. Fumata nera per Marras al Como. Andreoni a un passo dal Pordenone. Duello in corso tra Renate e Cesena per Citro”.

Labaricalcio

I conti in rosso del Napoli preoccupano i tifosi: il club perde 58 milioni di euro, ma De Laurentiis non prevede di ricapitalizzare. Il presidente del Napoli è sempre estremamente attento ai conti della sua società, ma questo non significa mettere soldi proprie o di banche all’interno del club. De Laurentiis finanzia il club con la vendita dei giocatori, il modo più semplice ed efficace per far quadrare i conti. Ci sono anche le sponsorizzazioni, ovviamente. Non è un caso che De Laurentiis abbia incrementato il valore del marchio fino a 75 milioni di euro, una grande mossa che ha permesso al club di evitare un passivo ancora peggiore.

Al momento il Napoli ha un passivo di 58 milioni di euro, ma perdite strutturali pesanti per circa 100 milioni a stagione. Due anni senza Champions League hanno inciso tantissimo. L’obiettivo di De Laurentiis è di abbassare il tetto degli ingaggi sotto i 100 milioni di euro, per questo a fine stagione si pensa ad un addio di tanti big: a cominciare da Mertens. Insigne, invece, ha già firmato col Toronto.

I tifosi hanno paura di questa mossa, perché si pensa che possa essere un ridimensionamento. Con ingaggi bassi non si potranno prendere i top player, scrivono e pensano i tifosi sui social, in tv e radio. Un dubbio che si porterà fino al mercato prossimo, quando il Napoli dovrà sostituire anche grandi campioni come Insigne. I tifosi pensano che si tornerà al passato, quando si puntava unicamente su giovani di belle speranze, ma senza puntare su qualche calciatore già affermato. Intanto entro il 2024 De Laurentiis dovrà anche risolvere il problema delle multiproprietà, poiché possiede anche il Bari. Ecco perché si parla ancora di una cessione del Napoli, una possibilità da non escludere.

napolipiu.com

Il Renate è interessato a Nicola Citro, attaccante classe 1989 del Bari. La società pugliese è disposta ad accontentare il ragazzo, visto il suo essere un esempio di serietà e professionalità. Nell’eventualità in cui, quindi, il ragazzo esprimesse la volontà di lasciare la squadra, il Bari non lo ostacolerebbe. Il contratto del giocatore è in scadenza a giugno.

Una stagione sfortunata quella di Nicola Citro a Bari. Arrivato in Puglia per dare un contributo importante ai biancorossi, a metà stagione il ginocchio ha fatto crack. Il 7 febbraio scorso, in quel Bari-Viterbese, si è rotto il crociato e da lì è partito il lungo calvario fino al ritorno in campo ad inizio anno. Per lui nel girone d’andata appena 31 minuti. Difficile anche riuscire a trovare spazio in reparto offensivo che conta su elementi del calibro di Botta e Antenucci. La volontà è quella di ritrovare la condizione per tornare a essere quello di Trapani. Trapani, dove la sua favola ebbe inizio in Serie B. Nel 15/16 la sua miglior stagione con 12 gol in 37 presenze. Successivamente le esperienze di Frosinone, per due volte, e Venezia, prima di arrivare a Bari. Ora la possibilità di cambiare aria, perché la voglia di tornare in campo è tanta.

LacasadiC.com

Aurelio De Laurentiis vende il Napoli. Secondo Paolo Paoletti la cessione della SSCN avverrà nel 2024. L’ex addetto stampa del Napoli interviene su una possibile cessione del Napoli da parte di Aurelio De Laurentiis. In un post su facebook scrive: “L’unica cosa che mi apre il cuore in questo angusto inizio di Anno Nuovo è la promessa di ADL fatta a Decaro, Sindaco di Bari: “nel 2024 resterò a Bari, lasciando Napoli ed il Napoli”. Nel 2024 giocoforza, ovvero quando nessuno potrà più avere più di un club tra i professionisti! In cambio il cinepresidente ha chiesto al Sindaco barese gli spazi antistanti lo stadio ‘Astronave’ disegnato dal grande Renzo Piano, per costruire un centro sportivo, centro commerciale, albergo, cinema e negozi. Tutto nell’ambito della bonifica-rilancio del Quartiere Torrebella, territorio dove pupullano i tifosi dei galletti."

Il Napoli gioca con la Sampdoria ma si parla anche di una cessione della società: “Per il nuovo look dello stadio San Nicola il Comune ha già stanziato ben 11 milioni, comunque un antipasto per un business da almeno 1 miliardo di euro su cui ADL vuole mettere le mani. Alla faccia del Napoli che ha pagato tutti i debiti della Filmauro e per l’acquisto del Bari calcio“.

“Cose che possono accadere solo a Napoli, così come la voce che sia proprio Ferlaino a trattare per il nuovo proprietario che subentrerà a De Laurentis tra 2 anni. Vero è che dopo essersi ignorati per 18 anni, da qualche mese Corrado e Aurelio sono pappa e ciccia in privato ed in pubblico!“.

Della cessione del Napoli si parla da un po’ di tempo. Anche perché Luigi De Laurentiis, presidente del Bari ha parlato delle multiproprietà ed ha dato qualche indicazione. Mentre nell’ultimo periodo anche i tweet dello sceicco sul Napoli ha risvegliato la questione.

Napolipiù.com

Slider